Mosso

La ricerca del mosso diventa quasi una necessità, come un vivere nel fluire senza sostare nel corso degli eventi.

Antonio Fascicolo foto movimento

Foto movimento – critica di Vito Cracas
La ricerca, in una equilibrata sintesi dei concetti e degli elementi essenziali, evidenziata per far avvertire delle sensazioni visualizzate – suggerite dall’emotività creativa – consente ad Antonio Fascicolo di fissare attimi imprevisti ed imponderabili per suggerire immagini latenti, spesso non razionalmente percettibili, ed interrogativi a cui non si riesce a dare soddisfacenti risposte.

Staccarsi dalla consueta, frivola e fuggente realtà permette di considerare, e comprendere, le avvertite e accantonate tensioni, dall’artista fotografo evidenziate, che condizionano l’agire che segna i rapporti, non sempre razionali, della concitata vita moderna.

E le vibrazioni cromatiche – nelle ricercate e variegate tonalità fluttuanti – nel trasmettere una sintesi condivisa alle configurazioni delle preordinate trasformazioni che ne fanno intravedere la sostanza, danno l’evolutiva percezione del movimento insito, ricercato e a volte conferito, che ne fa fruire la percettibile ed imprevista trasformazione, ricercata nella sua evoluzione ed evidenziata dalle colte e fissate dissolvenze e dalle sfumate o accentuate variazioni tonali.


Nel corso della mia carriera di fotografo professionista, il riferimento primario è stata la passione per la fotografia. Questa, mi ha portato ad avere grande consenso nella fotografia di matrimonio; ovviamente la passione non si accontenta, e questo mi ha consentito di sperimentare liberamente nuovi stili, arrivando a coniare uno stile tutto personale che ho chiamato metropolitano, in cui gli sposi diventano i protagonisti della città. Senza mai pensare ad abbassare l’asticella ho sentito vivo il desiderio di voler andare oltre sfruttando questo punto di vista privilegiato per realizzare progetti del tutto personali.

Quindi è arrivata la ricerca. Citando il critico d’arte Vito Cracas, in un’equilibrata sintesi di concetti ed elementi essenziali, si concentra sul congelare il movimento fluttuante, evidenziando sfumature e variazioni tonali attraverso linee e segni grafici catturati dall’ obiettivo.
Come fotografo impegnato in ogni istante della realtà, in città rimango teso a guardare ciò che accade.
Il cambiamento diventa motivo di ricerca e di rappresentazione, così lo sguardo viene catturato dai movimenti delle persone e dal contesto in cui vivono. Tutti sono presi dalla frenesia della città, diventando quasi forme astratte che scorrono in simultanea.

Antonio Fascicolo

Antonio Fascicolo Fotografo ricerca personale sulla foto in movimento con critica di Vito Cracas
Facebook Comments

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi